google-search-console-espressioni-regolari-regex

Espressioni regolari in Google Search Console: come utilizzarle

Posted by
0
(0)

Google Search Console ha introdotto le espressioni regolari per filtrare le query di ricerca in modo molto più intuitivo ed agevolato a tutti i SEO che consulteranno le statistiche a pannello, questo nuovo supporto è menzionato nei documenti guida di Google ma non sembra essere ancora attivo, vediamo nel dettaglio come funziona.

Google ha aggiornato il documento di aiuto per il rapporto sul rendimento in Google Search Console per dire che puoi utilizzare espressioni regolari per filtrare i risultati del rapporto.

Google ha scritto:

Se scegli il filtro personalizzato (regex), puoi filtrare in base a un’espressione regolare (una corrispondenza jolly) per l’elemento selezionato. Puoi utilizzare i filtri di espressione regolare o regex per gli URL di pagina e le query degli utenti. La sintassi RE2 viene utilizzato.

Espressioni regolari. Regex è spesso utilizzato dagli sviluppatori, ma RE2 è la stessa sintassi regex che gli utenti di Google Analytics sono abituati a utilizzare per eseguire query sui dati. Regex può essere super potente e veloce nel filtrare i dati e persino per sostituire i dati, ma può anche essere difficile da ottenere. Le espressioni regolari sono una sequenza di caratteri che definiscono un modello di ricerca. Solitamente tali schemi vengono utilizzati dagli algoritmi di ricerca delle stringhe per le operazioni “trova” o “trova e sostituisci” sulle stringhe o per la convalida dell’input.

Maggiori informazioni su cosa puoi fare. Google ha elencato questi punti elenco nel documento di aiuto:

  • La corrispondenza predefinita è “corrispondenza parziale”, il che significa che la tua espressione regolare può corrispondere ovunque nella stringa di destinazione, a meno che tu non usi ^ o $ per richiedere la corrispondenza dall’inizio o dalla fine della stringa, rispettivamente.
  • La corrispondenza predefinita fa distinzione tra maiuscole e minuscole. È possibile specificare “(? I)” all’inizio della stringa di espressioni regolari per corrispondenze senza distinzione tra maiuscole e minuscole. Esempio: (? I) https
    La sintassi delle espressioni regolari non valida non restituirà alcuna corrispondenza.
  • La corrispondenza delle espressioni regolari è complicata; prova la tua espressione su uno strumento di test dal vivo o leggi la guida completa alla sintassi RE2.

Esempi di espressioni regolari Google Search Console

Google ha anche elencato i modi più comuni per utilizzarlo nel documento di aiuto:

google-search-console-espressioni-regolari-regex

call to action

Prossimamente: Non è chiaro quando questa funzionalità diventerà attiva, ma sospetto che quando provi a filtrare per pagina o query e altri filtri delle prestazioni, vedrai l’opzione per utilizzare regex lì ad un certo punto.

Perché preoccuparsi: Questo fornirà a SEO e sviluppatori un ulteriore modo per ottenere più dati, nel modo in cui vogliono vederli, da Search Console. Devi stare attento quando usi regex, in quanto spesso, se fatto male, anche il risultato sarà sbagliato. Almeno in questo caso, questo viene usato solo come comando “trova” e non come comando “trova e sostituisci”. Quindi non puoi fare danni, nel senso di rimuovere il tuo sito dalla ricerca di Google con questo. Ma puoi fare del male in quanto puoi interpretare erroneamente i tuoi dati se lo usi nel modo sbagliato.

Quanto è stato utile questo articolo?

Clicca le stelle per lasciare la tua valutazione

Rating 0 / 5. Voti 0

Nessun voto al momento, valuta l'articolo per primo!

Sommario
Espressioni regolari in Google Search Console
Nome articolo
Espressioni regolari in Google Search Console
Descrizione
Google Search Console ha introdotto le espressioni regolari per filtrare le statistiche in modo più semplice. Scopri ora come utilizzarle!
Autore
Publisher
Advertising Italia